Il Pane Ezechiele è un alimento che ci viene tramandato sin dai tempi della Bibbia, e ancora oggi è considerato un prodotto molto sano. La sua ricchissima fonte di ingredienti diversi e di cereali germogliati integrali ne fanno un prodotto eccellente. Ma cosa scegliere tra gli scaffali dei supermercati pieni di ogni genere di pane?

Il pane Ezechiele è davvero il migliore che abbiamo da offrire, o è solo un’altra alternativa al pane bianco?

Che cosa è il pane di Ezechiele?
Il pane Ezechiele è l’unica ricetta che ci viene tramandata direttamente dalla Bibbia. Nel quarto capitolo del libro di Ezechiele, si racconta che questo era il pane destinato a nutrire chi muore di fame durante un assedio: “Prendi grano e orzo, fagioli e lenticchie, miglio e farro; mettili in un vaso di stoccaggio e usali per fare il pane.”
Questo pane ha un incredibile numero di ingredienti: frumento, orzo, soia, lenticchie, miglio, e farro. I cereali e i legumi presenti costituiscono una proteina completa senza bisogno di aggiungere dolcificanti artificiali e conservanti.
Il pane Ezechiele ha un basso indice glicemico. Un indice glicemico noto anche come IG, che è quello che usiamo per misurare quanto tempo ci vuole affinchè i carboidrati vengano suddivisi in zuccheri semplici. Un livello alto di IG significa che i carboidrati lasciano più velocemente una sensazione di fame, facendoci cadere più velocemente nella tentazione mangiare altri carboidrati tra i pasti. Invece, un basso indice glicemico come quello che del pane di Ezechiele, rompe questi carboidrati molto lentamente. Se si mangia una fetta di pane di Ezechiele per la prima colazione, si continuerà a rilasciare lentamente lo zucchero nel flusso sanguigno per molte ore a seguire.
C’è molto di più da dire sul valore nutrizionale del pane Ezechiele. La versione breve è che il pane Ezechiele porta con sé una lunga lista di benefici nutrizionali, come aminoacidi, fibre, vitamine e minerali.
Ma alla fine il pane di Ezechiele ha solo un unico concorrente: il pane di farina integrale germogliata.
Cosa è il pane di farina integrale grmogliata?

I cereali integrali germogliati (noti anche come SWG) sono quelli che crescono nel proprio ambiente naturale. Questo processo di germinazione è completamente naturale e massimizza i benefici per la salute. Il fatto è che la maggior parte dei cereali non viene elaborata in tale ambiente.

germogli

Se il grano è conservato in modo idratato e se gli viene dato lo spazio giusto, un grano può diventare germogliato, cioè può assumere uno status a metà strada tra l’essere un grano naturale e un impianto complesso. E’ davvero solo un germoglio, solo l’inizio di qualcosa che si sceglie di consumare, così come decidiamo di di piantare i semi in giardino invece di comprarli già pronti. E questo fa la differenza.
Ci sono due vantaggi principali nel consumo di cereali integrali germinati.
1. Aumentano la quantità di sostanze nutritive.
2. Riducono la quantità di anti-nutrienti.
A causa del processo di germinazione, i chicchi germinati integrali hanno una maggiore quantità di lisina, e ottime proteine come pure un aumento significativo della quantità di fibre solubili, folato, vitamina C, vitamina E, e beta-carotene. Hanno anche meno carboidrati rispetto ad altri cereali.
Per quanto riguarda la diminuzione di antinutrienti, dobbiamo partire dall’inizio. Alcune piante, come altre forme di vita, non sono commestibili. Per questo, molte piante hanno anti-nutrienti che hanno lo scopo di scoraggiare gli animali dal mangiarle. Quegli stessi anti-nutrienti che allontanano gli animali sono nocivi per il corpo, nonostante la cottura.
Il processo di germogliazione riduce la quantità di antinutrienti presenti e abbassa la quantità di glutine, sicuramente questa una buona notizia per chi è sensibile al glutine, sebbene ancora non sia la soluzione reale per chi soffre di celiachia. Ecco perchè il pane di Ezechiele si rivela essere molto più digeribile degli altri pani.

Qual è il pane più sano?

I panifici di oggi oggi hanno una scelta varia e ricca, molto di più di quanto i nostri antenati avrebbero potuto pensare. I “pani sani” però non sembrano significare nulla, davvero. Si potrebbe prendere solo una pagnotta di pane bianco e avere la sensazione di aver fatto una buona scelta: pane di patate, pane integrale, pane di segale, focaccia …
Ci sono centinaia di altre opzioni che non sono il pane bianco. E tuttavia, sono davvero tutti uguali?
Ovviamente no. Quando si tratta fdi soldi bisogna sempre diffidare, sopratutto se si tratta dell’industria alimentare. Pane bianco vs pane integrale può suonare come una decisione facile. Ma è davvero così semplice?
Oggi si tende a a spendere più in pane integrale perché c’è la consapevolezza e la speranza che abbia grossi benefici per la salute. Ma in realtà il più delle volte non c’è molta differenza tra il pane integrale e quello bianco.
Per più di cinquanta anni abbiamo creduto che il genere umano non potesse digerire più parti di fibre alimentari. Le fibre insolubili possono ridurre il rischio di costipazione, diverticolosi, e persino il cancro del colon. Le fibre solubili riducono il rischio di obesità e diabete. Chiaramente, entrambi i tipi di fibre sono importanti. Al fine di aumentare i benefici per la salute le aziende alimntari spesso aggiungono questi due tipi di fibre alle proprie ricette.
Ma recenti studi hanno scoperto che non vi è alcuna differenza significativa tra l’indice glicemico di pane bianco e l’indice glicemico di pane integrale. Il che significa che se si mangia un pezzo di pane di grano integrale per la prima colazione, non è detto che si avranno più benefici rispetto a un pezzo di pane tostato bianco. Questa è sicuramente non è una buona notizia per i diabetici e i prediabetici che considerano il pane integrale come una sana alternativa al pane bianco.
Si potrebbe discutere sui meriti del grano integrale rispetto al pane bianco, ma alla fine non si arriverebbe da nessuna parte. In una prospettiva a lungo termine il pane migliore è quello fatto con cereali integrali germinati. Questo è tutto quello che c’è da sapere.
A dispetto della pubblicità ingannevole, non è possibile simulare un grano intero germogliato. Quando si fa la spesa si deve prestare attenzione alle etichette e cercare “100% grano integrale.”
Quando si sceglie un pane germogliato rispetto a uno non germogliato ci si sente semplicemente meglio forse solo perchè fa bene ai diabetici, e questo può alleviare lo stress significativo di voglie di cibi malsani durante la giornata.
E’ vero che la scelta del pane integrale rispetto al pane bianco non andrà oltre la chiamata di dovere, ma inserendo semplicemente i cereali integrali germinati nella propria dieta quotidiana si possono aumentare i benefici nutrizionali a lungo termine.

Guarda la nostra presentazione per saperne di più.

Lascia un commento